Questo sito utilizza cookie per monitorare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica acconsenti al nostro utilizzo dei cookie.
OK, ho capito

Concorsi: chi li ha visti?

Rivitalizzare il dibattito critico

Famigerata e invisibile: la legge del 2%

Pubblico e privato: una questione di fiducia

Programmare per tempo

Le istituzioni saranno spazi di discussione e di pensiero

Contemporaneo sui media: un'assenza ingiustificata

Le fondazioni private sono le nuove istituzioni

Gli archivi come strumento di ricerca e formazione

Quale mercato per l'arte?

Esterofilia: un problema italiano

Un nuovo ruolo sociale per l'arte

Nuovi mecenati

Interdisciplinarità o transdisciplinarità?

Laboratorio Toscana

L'arte deve essere provocazione?

Censura e autocensura

Quantità di pubblico vs qualità della proposta

Come si conserva l'arte contemporanea in Italia?

Arte italiana all'estero. Strategie di promozione

Storia dell’arte nelle scuole: la grande assente

I premi: un oblio da eccesso?

Istituzioni coraggiose

La lingua italiana

Riconoscere il valore del lavoro culturale

Verso nuovi centri di produzione e sperimentazione

Accademie straniere tra modello e integrazione

Dopo l’accademia: uno spazio da costruire

Per una cultura del fundraising

Formazione di critici e curatori

Ripensare il senso delle residenze

Quali musei?

Gli indipendenti

Editoria: circolazione della conoscenza

Grants: incentivare una buona pratica

Quale senso per l'arte pubblica?

Separare la politica dalla cultura: un’urgenza

Centralità dell’educazione

Cervelli, corpi e progetti in fuga

Percorsi e modelli formativi per gli artisti

Quali docenti? L'esperienza come risorsa

Il Padiglione Italia: come salvarlo dal ridicolo